Independent marketing, adv professional, copywriter, web designer, futurist & journalist.

Direttore creativo @ EssereQui adv

im not here:

Il Demonio gioca in Borsa

Posted on

La disperazione sulle doti della civiltà è tutta in una percentuale: +1,5%. È la crescita che oggi ha avuto il valore delle azioni della Lockheed Martin, l’azienda USA che produce missili. Gente che in borsa compra la morte, scommette sui guadagni della morte, e investe sperando che arrivi ancora più morte. Se esiste il demonio, vive giocando in Borsa. Quanto

Di gocce e uragani.

Posted on

La scienza dice che il mare si sta alzando. Ogni giorno, già da un bel po’ di tempo. Un sacco di gente lo sa, un altro sacco non lo sa, un altro sacco ancora lo sa ma preferisce non pensarci. Poi ogni tanto c’è un uragano. E quando c’è un uragano tutti prestano attenzione, si chiedono se accadrà ancora, forse

Dagli al meningococco

Posted on

I casi di meningite (tutti) sono stati 1.815 nel 2015 e 1.376 nel 2016, in netto ribasso. Negli ultimi 3 mesi, per chissà quale meccanismo, i media hanno acceso un riflettore sul fenomeno e hanno iniziato a dare notizia, uno ad uno, di TUTTI i casi di meningite conclamata. Il risultato? Potete leggerlo sui giornali. “Psicosi meningite”. “Triplicate le vendite

Il Trump di gomma e il paese dei bambini arroganti

Posted on

Premessa politicamente (s)corretta: detesto visceralmente entrambi i candidati alla presidenza americana. Quello che portano alla nostra conoscenza, quello che mostrano di sé, gli interessi che rappresentano, i modelli che propagandano. Non mi piace niente, né di Hillary Clinton né di Donald Trump, e non riesco a trovare un peggiore tra i due. Sono entrambi peggiori per me. Ciò detto, seguo

Cheese! Sorridere in foto. Perchè. Perchè no. Ma che ne so.

Posted on

Un sacco di persone nota che nelle foto non sorrido quasi mai. Le foto in cui capita sono talmente poche che praticamente si contano sulle dita di una mano. Sono tipo 5. Perchè? Principalmente perchè mi sento un coglione a sorridere senza un motivo, forse sono insicuro, ma stasera ci ho meditato su. Forse tra 200 anni le persone di