5 buone idee per realizzarne una

Posted on

Da sempre, specie dagli ultimi 10 anni, cerco di realizzare buone idee. Non sempre ci riesco, ma ogni volta che succede è perchè seguo cinque semplici regole che vorrei condividere.

Prima: Il miglior momento è sempre questo. Presto è molto meglio di tardi, e ora è molto meglio di presto.
Seconda: la tua identità è determinata dalle intenzioni, non dai risultati. Se la tua vera intenzione è di fare bene, quella deve essere la tua identità. Non devi farti condizionare dall’impressione che la gente ha di te.
Terza: lavorare significa concentrare la forza. Spesso credi di poter fare tante cose contemporaneamente, anche se è evidente che ti rubano energia. Se vuoi evadere mentre lavori, beh, quella è evasione, non lavoro.
Quarta e più importante di tutti: avanzare è l’unica tutela. Rimandare è solo un tentativo di proteggersi dalla paura di fallire, di restare insoddisfatti, di essere giudicati male, tutti rischi che si corrono comunque: non c’è certezza mai, in ogni caso. Per questo la crescita rappresenta il miglior sistema di difesa che puoi adottare. Fai e diventerai forte.
Quinta: non esiste “tu devi”. Non fare la vittima, se stai inseguendo un sogno nessuno ti obbliga a fare niente. Tutto quello che fai è volontario. Non “devi” darti da fare: sei tu che scegli di farlo, perchè è una scelta migliore rispetto a non farlo. Non puoi fuggire da una realtà: tutto ciò che accade richiede una risposta, e se eviti di dare questa risposta rinunci ai frutti che questa risposta può portare. Ci sono sempre molti, molti più modi di rispondere ad una situazione che di evitare una decisione.
Per questo se resti fermo non prendertela con nessuno: se resti fermo hai scelto coscientemente di restare fermo. Se non resti fermo, la Buona Idea è a un passo.

0 Comments

Rispondi